La cistite è la più comune e frequente malattie delle vie urinarie e può colpire sia gli adulti che i bambini. E’ data dall’infiammazione della vescica, causata dall’infezione batterica delle basse vie urinarie.

E’ una malattia tipica del sesso femminile , tanto che la metà delle donne ha , almeno una volta nella vita, un episodio acuto di cistite.

La cistite può diventare cronica e tendere a frequenti ricadute: 1 donna su 10 ha infezioni ricorrenti che spesso resistono alle terapie con antibiotici ad ampio spettro.

Il fatto che la cistite sia più frequente nelle donne è dovuto alla specifica conformazione anatomica femminile, che facilita la colonizzazione della vagina e delle vie urinarie da parte di germi solitamente provenienti dall’intestino.

I batteri contaminanti possono risalire l’ultimo tratto urinario , giungendo ad infettare la vescica e determinando così l’infiammazione all’origine dei sintomi di cistite.

La cistite può essere favorita dai rapporti sessuali , che possono eventualmente facilitare la risalita dei microbi, ma può presentarsi anche in persone che non hanno rapporti, infatti alcune donne o per motivi fisiologici o per stile di vita sono maggiormente predisposte.

I sintomi più comuni della cistite sono il bisogno impellente di urinare, la sensazione di pesantezza al basso ventre, il bruciore e il dolore alla fine della minzione. Gli esami che confermano la cistite sono quello delle urine, l’urinocoltura e l’antibiogramma.

La cistite si cura con antibiotici che devono essere sempre prescritti dal medico .

Con alcuni semplici accorgimenti è possibile prevenire la cistite e le sue ricadute:

  • Curare l’igiene intima usando detergenti neutri
  • Non eccedere con l’uso di lavande
  • Non eccedere nell’uso di salvaslip e non usare gli assorbenti interni di notte
  • Combattere la stitichezza mangiando molte fibre
  • Eliminare dalla dieta cibi speziati ,insaccati
  • Bere molta acqua
  • Evitare l’uso di indumenti intimi e pantaloni aderenti o di tessuto sintetico
  • Non trattenere lo stimolo di urinare
  • Svuotare la vescica subito dopo un rapporto sessuale