L’herpes labiale è una malattia infettiva causata dal virus Herpes simplex di tipo 1.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità(OMS), nel mondo sono 3,7 miliardi le persone sotto i 50 anni di età affette da questo virus.

Nella maggior parte delle persone il primo contatto con il virus avviene nell’infanzia o nella prima adolescenza, ma non necessariamente è seguito da una manifestazione clinica.

In genere, tali infezioni si risolvono da sole ; tuttavia , la loro principale caratteristica consiste nel fatto che tendono quasi sempre a ripresentarsi , anche a distanza di molto tempo.

L’infezione si manifesta con la comparsa di lesioni e vescicole in prossimità del cavo orale (labbra) e può durare mediamente fino a 14 giorni.

Appena si riconoscono i primi sintomi è opportuno applicare preparati topici antivirali per ridurre l’ampiezza delle lesioni cutanee.

Come si trasmette? La trasmissione dell’infezione avviene per via diretta tra gli individui, può essere veicolata da scambi di saliva che si verificano con l’utilizzo di oggetti(bicchieri, posate, asciugamani) precedentemente utilizzati da persone con infezione in corso.

Come si riconosce? Nelle fasi precoci, la comparsa dell’herpes labiale si manifesta con caratteristici sintomi come bruciore, prurito e formicolio localizzati nelle sede dove apparirà la lesione. Successivamente la pelle si arrossa , si rigonfia e compaiono le vescicole più o meno dolorose a livello della bocca e/o delle labbra. Le vescicole , contenenti liquido, crescono fino a scoppiare riversando questo liquido ricco di virus all’esterno. La rottura delle vescicole rappresenta la fase in cui il soggetto è particolarmente contagioso. Scoppiata la vescicola, si forma una piccola ulcera che si trasforma poi in crosta ; quest’ultima nella fase di cicatrizzazione diventa dura provocando prurito. Caduta la crosta, rossore e gonfiore causati dalla lesione erpetica scompaiono senza lasciare esiti cicatriziali sulla pelle e/o sulle labbra.

Come prevenire le recidive? Osservando le principali norme igieniche ; evitando di condividere utensili, asciugamani , posate, rasoi utilizzate da persone affette da infezione ; evitare di grattarsi in prossimità delle lesioni.

Altri fattori che possono favorire il ripresentarsi delle recidive erpetiche sono correlati all’abbassamento delle difese immunitarie:

  • Febbre, malattie da raffreddamento o influenza
  • Stress emozionali e fisici
  • Alterazioni ormonali
  • Interventi chirurgici
  • Infezioni sistemiche
  • Terapie immunosoppressive
  • Esposizione ai raggi ultravioletti e/o al freddo
  • Alimentazione scorretta

Mangiare frutta, verdura a foglia verde , latte , pesce e cereali contribuiscono a rafforzare il sistema immunitario poiché fonti di vitamine e altri nutrienti.

In pazienti predisposti a forme ricorrenti di herpes labiale, potrebbe essere d’aiuto l’assunzione di alimenti contenenti lisina come legumi e vegetali.

Come curarsi? Non esistono farmaci capaci di debellare completamente il virus dell’herpes nell’organismo, ma ci sono diversi antivirali, anche ad uso topico , che accelerano la guarigione, riducono le dimendioni delle lesioni e alleviano dolore e fastidio. Tra i farmaci antivirali maggiormente utilizzati per il trattamento dell’herpes labiale vi è l’aciclovir , che agisce bloccando la replicazione del virus herpes simplex.